Validita'

Il CQC ha una durata di 5 anni, dopo i quali si dovrà seguire un corso di 35 ore di aggiornamento per rinnovarlo, allegando l'attestato di frequenza.

La formazione periodica consiste nell'aggiornamento professionale che consente ai titolari della CQC di perfezionare le conoscenze essenziali per lo svolgimento delle loro funzioni, con particolare riguardo alla sicurezza stradale e alla razionalizzazione del consumo di carburante.

La formazione periodica del conducente già titolare di una CQC avviene a seguito di frequenza di specifico corso che prevede l'insegnamento di tutte le materie comprese nell'elenco di cui alla sezione 1 dell'allegato I al DLG 21.11.2005 n. 286 e specificate in dettaglio nell'art. 11 DM 7.2.2007.

La durata della formazione periodica deve essere di 35 ore di lezioni teoriche (21 ore di corso comune per patenti C, CE, D, DE, 14 ore di corso specifico per patenti C, CE (trasporto cose) e 14 ore di corso specifico per patenti D, DE (trasporto persone).

Gli allievi devono:

    essere iscritti nel "registro delle iscrizioni" (realizzato conformemente al modello previsto all'allegato 6 del DM 7.2.2007);

     essere registrati nel "registro di frequenza" (realizzato conformemente al modello previsto all'allegato 7 del DM 7.2.2007) ove l'allievo appone la firma di entrata ed uscita. L'assenza di un partecipante è annotata sul registro entro quindici minuti dall'inizio della lezione. I registri devono essere numerati, con pagine numerate consecutivamente, sono preventivamente vidimati dal UMC competente e devono essere conservati per almeno cinque anni;

    effettuare al massimo 3 ore di assenza.